Circa la Rivelazione del Discepolo del Loto Nero

Domande e dubbi sul regolamento di gioco. -Pubblico-
Rispondi
Avatar utente
Fearanis
Messaggi: 56
Iscritto il: gio ago 31, 2017 10:09 pm

Circa la Rivelazione del Discepolo del Loto Nero

Messaggio da Fearanis » gio ott 10, 2019 4:26 pm

Ovvero, perché la Rivelazione del Discepolo del Loto Nero è oggettivamente molto poco utilizzabile (per essere ottimisti)

L' idea non è malvagia, scenograficamente sparire in una nube di fumo sarebbe molto bello, ed è da quando ho iniziato a giocare che penso se può essere fattibile in maniera comoda e sicura. Molto prima che esistesse l'abilità. La conclusione alla quale sono giunta infine dopo anni di tentativi è che non sia possibile. Vi elenco la mie idee e le mie prove, magari scopriamo che ho tralasciato qualcosa e che invece l'antica tecnica di sparizione ninja è perfettamente usabile.

Copio qui dal regolamento l'abilità come riferimento per questo post:

Rivelazione del Discepolo del Loto Nero (Cortina Fumogena)
È abile nello mimetizzarsi tramite Bombe Fumogene [PS]: è in grado di utilizzare una
cortina fumogena per celare rapidamente la sua persona alla vista degli avversari. Per
riuscirci DEVE utilizzare un piccolo fumogeno che, quando attivato, consente di
utilizzare la “Mimesi Mistica” in 1 secondo e senza la necessità di essere in una zona
ombrosa o con vegetazione.



Qualunque cosa venga usata dovrebbe, secondo me, rispondere ai seguenti requisiti che non sono definiti dal regolamento in se ma dal buon senso e dalle regole in vigore nelle location usate:

-fare fumo
-essere comodamente trasportabile
-attivabile solo quando se ne ha l'intenzione
-essere sicuro da usare
-non deve sporcare
-non deve necessitare dell'uso di fiamme libere
-richiedere meno tempo di utilizzo di quanto non necessiti l' abilità normale di mimesi, o un tempo paragonabile.

Di seguito scrivo quello che ho pensato e sperimentato, per mio conto a casa e/o agli eventi:

Uso di polveri:
Talco, farina, farina di mais e cose analoghe, fanno un bello sbuffo bianco, ma rischio di uccidere le persone allergiche, non indicato respirarle anche se non sei allergico e sporcano, sia gli abiti che il circondario, possono andare bene su un prato ma non in interni.

Fumogeni di libera vendita:
Recuperabili solo online o nel periodo di Capodanno, se sei fortunato, in negozi dove vendono botti, fuochi d'artificio e cose analoghe. Richiedono di essere accesi con un qualche tipo di fiamma, temono l'umidità. Non utilizzabili con il divieto di uso di fiamme libere, in luoghi troppo umidi, o in posti troppo chiusi, stretti o poco areati per la quantità di fumo prodotta.

Fumogeno di produzione artigianale:
Le uniche componenti relativamente sicure che ho trovato sicure da usare dal punto di vista della propria e altrui salute sono stati nitrato di potassio e zucchero, mescolati assieme formano un composto che brucia facendo molto fumo.
Con questo ho fatto svariati esperimenti, dalla bomba fumogena che si attiva all'impatto al piccolo fumogeno da accendere.

La bomba ad impatto: molto scenica, funziona appena preparata se scagliata su una superficie rigida. Richiede, per innescare la combustione e oltre al nitrato di potassio, della polvere da sparo e della limatura di un acciarino a pietra focaia. Inoltre tutte le componenti devono essere racchiuse in un oggetto comodo da trasportare e scagliare. Ho scelto l'infusore da tè in metallo, che è apribile, pulibile e riutilizzabile. Tuttavia il composto brucia a una temperatura sufficientemente elevata da renderlo ustionante nei pochi secondi di utilizzo, prima di raccoglierlo è necessario lasciarlo freddare.
Tutto questo accrocchio è inutilizzabile su un prato (terreno troppo morbido), non funziona se prende un po' di umidità, rischia di dare fuoco a cose particolarmente secche o sensibili alle alte temperature, inoltre lascia a terra un segno di bruciatura (pulibile, per carità). È possibile anche si inneschi se prende un urto sufficiente mentre lo trasporto e questo non sarebbe affatto cosa buona.

Fumogeno artigianale da accendere con fiamma: il composto è sempre nitrato di potassio e zucchero, ha sempre il problema di bruciare a una temperatura molto elevata e di lasciare segni di bruciatura. Bisogna avere qualcosa a mano per accenderlo, tipo fiammiferi o accendino, non è usabile nelle location ove non si possa usare fiamme libere.
Quest'ultimo è l'unico che io sia riuscita ad usare in gioco, in una situazione di calma e tirando giù santi perché non voleva accendersi a causa dell'umidità e del vento. Non esattamente la situazione dove farebbe comodo la Rivelazione.

Se a qualcuno dovesse venire in mente cose che mi sono sfuggite e/o che non conosco fatemelo sapere, a me non viene in mente nient'altro -_-
Molte Terre sotto di me, un unico Cielo sopra di me.
Tsukiko

[Repetita Iubant]

Avatar utente
Seph
Messaggi: 314
Iscritto il: mer ago 23, 2017 5:48 pm

Re: Circa la Rivelazione del Discepolo del Loto Nero

Messaggio da Seph » sab ott 12, 2019 3:57 pm

Effettivamente ne abbiamo parlato anche in Regolamento, giungendo alle tue medesime conclusioni.
Era bella sulla carta, ma non realizzabile ed era già nostra intenzione modificarla nella Guida 2020 (per la cronaca, sarà l'unica).
Questo a meno che qualcuno non ci illumini con una brillante soluzione :)
Jōheki no Tora
La Bianca Tigre d'Autunno

Avatar utente
MASTER
Messaggi: 20
Iscritto il: dom ago 27, 2017 6:45 pm

Re: Circa la Rivelazione del Discepolo del Loto Nero

Messaggio da MASTER » lun ott 14, 2019 10:53 am

Sostituite la cortina di fumo con un ceppo di legno. GG
caso risolto.

Rispondi